IL MIO LAVORO

Fatto di formazione continua,
di relazione con i clienti/pazienti, 
di interesse e curiosità
per il mondo della psicologia
in costante evoluzione,
mi ha fatto scoprire molte cose.

Ne vorrei condividere alcune.

Sono partita da una formazione Psicoanalitica per arrivare all’Ipnosi Clinica e alla Programmazione Neurolinguistica. Non ho buttato via nulla di ciò che negli anni ho appreso, ma ho imparato che per entrare nella mente di una persona ed operare un cambiamento ci sono chiavi diverse: il mio compito è quello di identificare la chiave più efficace.  

Ciò premesso, desidero condividere  le scoperte personali alle quali è ancorato il mio lavoro:

L’importanza nella relazione con se stessi e con gli altri – siano essi parenti, persone con le quali abbiamo un legame affettivo, amici ecc. – di raccontarsi, di esprimere i propri sentimenti, di dare un nome alle emozioni e ai desideri e infine, se vogliamo uscire dai conflitti, di andare al di là del silenzio.

La presenza in tutte le malattie fisiche e psicologiche di un linguaggio simbolico teso ad esprimere la sofferenza e il disagio che la persona sta attraversando. Le malattie sono quindi un modo di comunicare e di chiedere aiuto per ciò che non si può sopportare e che non si riesce a dire.

La potenza dell’immaginario, del pensiero creativo, della parola e della sua capacità di riformulare anche un’esperienza difficile e dolorosa in termini accettabili.

Il riconoscimento del  nostro “pilota automatico” che  rende sempre uguali le  risposte emozionali e comportamentali. Questo è il vero nemico da smascherare se intendiamo realizzare un cambiamento che sia compatibile con la nostra personalità, con i nostri sogni e i nostri desideri e con il mondo che ci circonda.

Dove lavoro ed ho lavorato

Sono stata Ricercatrice Universitaria e Professore a Contratto presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Statale di Milano dove mi sono occupata di pazienti con patologie psichiatriche e di pazienti con patologie organiche. Ho fondato assieme ad altri colleghi il servizio di Counseling Psicologico presso l’Università Statale di Milano. Nell’ambito del Centro per lo Studio della Depressione dell’Ospedale Sacco di Milano mi sono occupata del trattamento psicologico dei disturbi della sfera depressiva. Presso l’Unità di Dialisi (pad. Granelli) del Policlinico di Milano ho condotto ricerche e svolto sostegno psicologico con i pazienti dializzati. In questa stessa Unità mi sono occupata del trattamento del Burnout del personale sanitario infermieristico. Presso il Policlinico IRCCS San Donato, San Donato Milanese, dove ho diretto la Struttura Complessa di Psicologia Clinica, ho collaborato con l’Unità di Gastroenterologia, di Chirurgia Generale e di Aritmologia ed Elettrofisiologia sia per ricerca sia per il sostegno psicologico dei pazienti afferenti a queste Unità. Attualmente lavoro nel mio studio di Psicoterapia e sono consulente/psicologa presso il Policlinico IRCCS  San Donato.

Simonetta Betti