Simonetta Betti

Laurea in Filosofia,Formazione in Psicoterapia Psicoanalitica,Specializzazione in Psicologia,Formazione in Sessuologia Clinica e Psicoterapia della Coppia,Formazione in Trainer and Consultancy Certification,Partecipazione al Programma Mindfulness Stress Reduction,Formazione in Ipnoterapia Clinica,Partecipazione al Professional Training Course in Past Life Regression Therapy

  • Università di Perugia
  • Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica ( SPP ) Milano
  • Università degli Studi di Milano
  • Scuola Italiana di Sessuologia Clinica Milano/Firenze
  • Neurolinguistic Programming University ( NLPU ) S.Cruz California
  • Associazione Italiana per la Mindfulness ( AIM ) Milano
  • West London University
  • Brian Weiss, Rhinebeck USA

Mi sono formata come psicoterapeuta ad indirizzo psicodinamico e come sessuologa clinica in Scuole Italiane (Società di Psicoterapia Psicoanalitica Milano, Scuola Italiana di Sessuologia Clinica Firenze/Milano). Negli Stati Uniti mi sono specializzata in tecniche psicodiagnotiche per l’applicazione del metodo Exner nella somministrazione del test di Rorschach e del metodo Green per l’elaborazione del test MMPI. Ho conseguito un master di terzo livello in Programmazione Neuro Linguistica presso l’università di Santa Cruz (California). Mi sono specializzata in Ipnoterapia Ericksoniana alla West London University. Ho approfondito con Brian Weiss, presso il Centro Omega di Rhinebeck, l’utilizzo dell’Ipnosi Regressiva applicata alle Vite Passate. Collaboro con il Policlinico IRCCS di San Donato Milanese per il trattamento dei Disturbi di Somatizzazione, dei Disturbi Ansioso/Depressivi, dei Disturbi dell’Alimentazione.
Presso l’Ospedale dei Bambini “Vittore Buzzi” di Milano collaboro con il personale del Reparto di Odontoiatria Infantile nell’utilizzo di Tecniche di Ipnoanalgesia.

Sono iscritta all’Ordine degli Psicologi come Psicoterapeuta. Sono Consulente Tecnico di Ufficio del Tribunale di Milano. Sono iscritta alla Società Inglese di Ipnosi Clinica. Sono autorizzata dal Dr. Brian Weiss all’utilizzo dell’Ipnosi Regressiva applicata alle Vite Passate.

Nella mia formazione professionale ho avuto come maestri J.Cremerius, G.C. Zapparoli, R.Dilts, R. Bandler, P.Mabbutt, B.Weiss, P.Eldberg, J.Exner, W. Pasini. Ognuno di loro mi ha aperto orizzonti nuovi consentendomi di integrare modello psicoterapeutici diversi nel lavoro clinico.

  • 1972-1978 : Borsa di studio e ricerca. Università di Pisa/Roma
  • 1972-1978: Consulente e redattore . Istituto della Enciclopedia Italiana G. Treccani, Roma
  • 1979-2004: Ricercatore Confermato di Psicologia Clinica. Istituto di Psicologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Milano
  • 2004-2011: Ricercatore Confermato e Professore a Contratto Dipartimento di Scienze Mediche, Polo San Donato, San Donato Milanese
  • 2004-2016: Direttore della Struttura Complessa di Psicologia Clinica. Policlinico IRCCS San Donato, San Donato Milanese Attualmente è Consulente del Servizio di Psicologia Clinica e Tutor per la Formazione in Psicoterapia, Policlinico IRCCS San Donato E’ autore di numerosi articoli scientifici riguardanti la Psichiatria di Territorio, la Psicologia Clinica e la Psicologia Medica e del volume Scavalchiamo la Menopausa E’ Iscritta alla Società Italiana di Psicologia E’ Iscritta alla Società Inglese di Ipnoterapia Clinica E’ iscritta all’Albo degli Psicologi della Lombardia ( 03/1314 del 15/01/1990 ) E’ Consulente Tecnico ( CTU ) del Tribunale di Milano.
Ipnosi e Ipnoterapia

Ipnosi e Ipnoterapia

L’Ipnosi Eriksoniana è una forma di psicoterapia che induce uno stato modificato di coscienza con l’obiettivo di cicatrizzare e riparare funzioni cognitive ed emotive non efficaci e non adattive. Fa parte delle neuroscienze cliniche e rappresenta un ponte fra neurologia e psicologia dal momento che opera su specifiche funzioni cerebrali durante le quali il cervello, pur operando su livelli di pensiero diversi dalla veglia, continua ad utilizzare processi di attenzione, concentrazione, focalizzazione e memoria.
E’ anche riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS ) come terapia complementare , basata sull’evidenza ( evidence – based ), utilizzata per ridurre ansia e paura in situazioni mediche, come ad esempio una seduta odontoiatrica o un accertamento clinico, situazioni che per molti di noi possono essere fonte di stress.
In molti paesi europei fra i quali Francia, Regno Unito, Svizzera , Russia l’ipnosi è utilizzata nella preparazione al parto attraverso l’ apprendimento di tecniche di che aiutano la partoriente a gestire il percorso fisiologico che va dal travaglio al parto. In tal caso l’ ipnosi stimola la disattivazione della neocorteccia, ossia della parte razionale del cervello, affinché il cervello primitivo, implicato in modo attivo durante il travaglio, possa lavorare in modo efficace. Durante 5 sedute di ipnositerapia, praticate in gruppo, la futura madre viene preparata ad indurre un cambiamento nel livello di coscienza che le consentirà di dissociarsi dall’ ambiente che la circonda , di collaborare con il personale medico e paramedico e di accelerare i tempi di espulsione del neonato.
Integrata con la terapia cognitivo-comportamentale l’ ipnosi ne amplifica gli aspetti positivi per il trattamento di fobie, controllo dell’alimentazione, insonnia.
Può essere utilizzata con buoni risultati anche in ambiti dove è in gioco la prestazione, come affrontare un esame universitario o presentarsi ad un colloquio di lavoro. In entrambe le situazioni l’ipnosi è tesa a stimolare le risorse e le capacità proattive della persona.

 

L’Ipnosi Ericksoniana e la Past Lifes Regression Therapy

L’Ipnosi Ericksoniana e la Past Lifes Regression Therapy

La Società Americana di Psicologia ha introdotto nel 1998 il concetto di “Psicologia Positiva” identificando come obiettivo della psicoterapia quello di attivare “ le forze dell’uomo e non solo ridurne il malessere e il disagio”. Sono stati così introdotti concetti quali “emozioni positive”, “ristrutturazione”, “ risorse”, “plasticità neuronale”. Sta allo psicoterapeuta, in collaborazione con il suo paziente, trovare la chiave giusta per rimuovere i“virus” che nutrono paure e convinzioni limitanti e lasciare spazio a stati emotivi e cognitivi generatori di cambiamento.

L’ipnosi è una tecnica che attraverso l’utilizzo della visualizzazione, dello stato di trance, delle capacità immaginative, della dissociazione, dell’empatia aiuta il cliente ad usare le sue potenzialità nella soluzione del problema. Le linee guida statunitensi hanno precisato che solo uno psicologo con formazione clinica può utilizzare l’ipnosi come psicoterapia.

Lo psichiatra Brian Weiss che focalizza nel trattamento dei pazienti l’ipnosi regressiva e la regressione alle vite passate afferma che la finalità dell’ipnosi è quella di “aprire un accesso ad una parte della mente definita “subconscio” che risiede al di sotto della coscienza, al di sotto del costante bombardamento dei pensieri, sensazioni, stimoli esterni che colpiscono la coscienza”. Il subconscio non ha i confini che ci sono imposti dalla logica dello spazio e del tempo. Può ricordare tutto in ogni momento. Il potere curativo dell’ipnosi sta nell’attivazione costante di stati di coscienza diversi che forniscono al subconscio un programma alternativo rispetto al programma disfunzionale nel quale la persona si trova imbrigliata: vengono infatti attivate suggestioni nuove, ragionevoli ed accettabili per la coscienza, che vanno nel miglior interesse della persona e che promuovono nuovi comportamenti.